venerdì 10 dicembre 2010

Le mie amiche.

Sono una persona lenta, riflessiva, introversa, ho tempi lunghi e sono piuttosto conservatrice, ma anche innovativa , altrimenti non avrei fatto , ad Arezzo , nel 1989 , un negozio di alimenti biologici. E' un curioso miscuglio , mi rendo conto. Ho alcune amiche , quelle di più lunga data sono state mie compagne di scuola e a loro voglio bene in un modo che, anche se mi facessero dei torti, troverei sempre per loro una giustificazione. Poi ci sono le Claudie (2) e l'Antoinette , che hanno qualche anno meno di me, la Maria Luisa , che ha 70 anni, la Maxi , la Patrizia, la Sabina, la Fulvia, la Fiorella, la Daniela , forse ci metterei la Enza ... Più o meno queste. Fra le mie compagne di scuola ce n'è un gruppetto con cui ci vediamo spesso, perchè siamo amiche , non perchè siamo state a scuola insieme. Stare con loro mi riscalda il cuore. Si chiamano , in ordine alfabetico: Concetta, Maria Luisa, Paola , Rossana.  Una di queste sere eravamo insieme in pizzeria e la Paola, che abita a Milano e viene di rado , ci raccontava della sua ultima creazione e passione: l'arte del "limerick" piccola composizione di cui ci ha subito fornito un esempio mettendoci in mezzo 4 kili di risate e non riuscendo, benchè breve , a concluderla se non dopo grandi sforzi. Consideriamo che in precedenza aveva scritto un libro sull'artista Marcel Duchamp che si intitola "Caccia al tesoro con Marcel Duchamp" ed è un testo serissimo Ecco uno dei suoi "limerick" :

Un'anatra nata a Pechino
sapeva parlare latino
diceva: "Quarè, quocumque, quoqué!"
quell'anatra nata a Pechino.

Purtroppo queste cose mi si appiccicano in testa come un cewingum masticato alle scarpe così stamani  mi è uscito questo:

Un vecchio su a Borgo Manero
salì una mattina su un pero
e tutti si chieser
"Che fa su quel pero
quel vecchio su a Borgo Manero?"

Un oste di Roccacannuccia
aveva , per cane, una cuccia
ma un can non aveva
per questo piangeva
quell'oste di Roccacannuccia.

Il figlio di un contadino
volle vedere il mare da vicino
gli proposero la spiaggia di Budelli.
Disse:"Lì non ci voglio andare
non voglio associare l'idea del mare
con quella della cacca,
ne fa già tanta la nostra vacca!"


Un uomo con tre gambe
non trovava adatte mutande
e si disperava più per le mutande
che per il fatto di avere tre gambe.

Perdono! E' Natale, perdono !

Credo che presto la Paola farà un libro con i suoi "Limerick", ne ha già scritti 43, non so se mi spiego. Che c'entra col giardinaggio?
Semplice , il giardinaggio fa diventare matti.
Questa è la mia Nandina vista da molto vicino, mi pare che faccia tanto Natale.O no?

Nessun commento:

Posta un commento