domenica 30 gennaio 2011

Club scambisti.

Abbiamo cercato una casa da comprare per un lungo periodo di tempo. Prendevo contatti con degli agenti immobiliari e con loro andavamo in giro a vedere case . Uno di questi agenti era una signora originaria del nord,  moglie di un noto professionista, che da noi son cose che fanno abbastanza chic, siamo provinciali ed esterofili. Mi chiamò per andare a visitare l'ennesimo immobile e fissammo un appuntamento. Dopo un pò mi richiamò e mi disse:
" Ci sarebbe una cosa , signora , che ho saputo solo ora .. La casa è affittata ad un'associazione culturale..."
Fece una pausa imbarazzata .  " Sa, i proprietari l'avevano affittata  a questa associazione , ma poi hanno capito che era una specie di ... una cosa diversa..insomma.... un club scambisti . "
Finalmente le era uscito di bocca. Mi descrisse la cosa , e la scocciatura che rappresentava per i proprietari, che venivano identificati con i referenti degli scambisti e bersagliati di telefonate .Per quello volevano venderla. Ci veniva a tutt'e due  da ridere.
"Se per lei è imbarazzante, evitiamo di andare, me lo deve dire .."
Io decisi di andare, non fosse mai che si trattasse della casa giusta per la nostra famiglia!
Ci trovammo davanti al cancello del giardino di questa casa ed eravamo io, la signora dell'agenzia e il presidente dell'"associazione culturale", un signore sui  45 anni, bello in carne e molto serio, che si sentiva osservato. Tre adulti che si comportano come se non conoscessero niente l'uno dell'altro e sanno benissimo che non è vero. La casa all'interno era attrezzata per gli incontri sessuali, chissà che mi aspettavo di trovare!... Tre stanzine da letto con reti vecchie, imbarcate, materassi sformati, letti singoli rifatti alla meno peggio con lenzuola consumate, vecchi plaid  e quel particolare modo di rifare il letto all'antica, con le coperte rincalzate sotto il materasso, la rovescia del lenzuolo a vista  e tirata su sopra il cuscino . Alle pareti qualche manifesto tipo quelli dei camionisti e soprattutto poca luce, irradiata da lampadine a 40 candele dipinte di rosso e verde . Strizzavi gli occhi e non vedevi quasi niente lo stesso. Certo, pensai, è meglio che non si veda bene! Una stanza comune era adattata a bar improvvisato . Uno squallore raro e una gran tristezza . Mi immaginavo l'alto tasso erotico degli incontri che avvenivano in quelle stanze, fra donne piuttosto in ciccia, e uomini magri  con la pancetta e viceversa. Gente normale ,di una certa età,  difficile immaginarsela durante incontri sessuali trasgressivi senza ridere. La casa era brutta, in un brutto posto e non se ne fece niente .
Sentii ancora parlare di questo club scambisti, che era molto frequentato da gente che di notte disturbava i vicini, suonavano campanelli con prepotenza  nell'urgenza di trovare il posto, come se fosse questione di vita o di morte. Persone adulte, sposate, con responsabilità familiari, che  perdevano la testa per partecipare a giochi sessuali squallidi, in luoghi squallidi . Una sera  mi capitò di passare lì davanti, ricordo che ero in auto con le mie figliole, allora ragazzine, e raccontai che da giovane ero piuttosto contraria alle leggi, alle regole costituite, perchè credevo che gli esseri umani fossero tutti buoni, tutti capaci di autoregolarsi in base alla legge morale che avevano in cuore, ma ora, dissi alle mie figlie , ho cambiato idea, per questa gente, che consuma il tempo prezioso della vita in queste stronzate, che impazzisce facendosi governare dai propri organi sessuali, ci vuole il concetto di peccato, di punizione, ci vogliono severi preti, ci vuole  il diavolo con le corna e il forcone, che gli punga il culo, che li frusti per farli tornare in sé! Ci vuole la sanzione, la minaccia della punizione per chi non riesce ad avere buon senso.
Quello che mi disturbava era l'investimento di energia , l'impegno messo in queste attività . Che nella vita di una persona la ragione, l'intelligenza , la capacità , il denaro guadagnato, tutto si mettesse al servizio della parte più istintuale e bestiale . Quando si dice ragionare col pisello o con la passera, scusate i termini. Lo fanno gli animali nel periodo del calore, ma dura un tempo limitato e a volte noti l'imbarazzo del cane, dominato dai propri ormoni, che quasi si scusa per come si comporta . Ma un uomo, o una donna , no. E' osceno e l'oscenità non sta nei comportamenti, che di per sé fanno ridere se ci si pensa , ma sta proprio in questo improvviso scomparire della ragione, dei sentimenti , della parte migliore dell'essere umano che diventa schiavo del proprio vizio. E' per questo che la lussuria è un peccato mortale . Capisci cosa vuol dire  "peccato", che è una cosa seria e non l'infrazione di una regolina, proprio in questi casi . E consideriamo che io non vado in chiesa! E' per questo che non sopporto Berlusconi . In questo triste periodo tutti i commentatori si son guardati dal dare un giudizio che potesse apparire moralista, tutti hanno detto che in casa propria ognuno fa i giochetti che vuole , il dottore , l'infermiera.. Ma intanto non li va a raccontare al resto del mondo, se li tiene per se . Poi mi devono spiegare come può uno, anzi una classe dirigente intera che ha così gravi dipendenze, che assorbono i suoi pensieri e le sue energie, uno che ragiona col pisello, come può occuparsi di una nazione, cosa gliene importa. Dice che fa così per rilassarsi , per divertirsi dopo aver lavorato tanto per il "Paese". E' grave che uno si diverta così,  sarò antiquata , moralista , me le prendo tutte volentieri , tanto penso che con gente così non c'è modo di trovare un terreno comune , siamo incommensurabili , non c'è unità di misura comune, né linguaggio per capirsi.

13 commenti:

  1. comunque,,, a me non piace per mille altri motivi, anche se, a volte mi è abbastanza simpatico. ariciao

    RispondiElimina
  2. Sì, lavora così tanto per il paese che io mi ritrovo con due lauree, un curriculum di 4 pagine ed il conto in banca vuoto per i suoi cavolo di co.co.co., grazie ai quali lavoro ininterrottamente da ottobre senza aver ancora visto uno spicciolo di stipendio. E faccio l'insegnante. Sì è mai vista roba più degradante di un'insegnante universitario co.co.co.? Senza diritti e senza stipendio.
    Io non ho manco il tempo per poter solo pensare ai miei istinti sessuali, figuriamoci se davvero prendo la sua scusa per buona.
    No, io penso che i politici debbano essere un esempio per il popolo che governano, ed in quanto figure pubbliche non debbono permettersi di creare scandali del genere, soprattutto perché violano norme di diritto.
    Mi devono spiegare perché il povero sfigato che va con una nigeriana una sera, perché è proprio sfigato, viene arrestato; mentre lui, che si permette di andare con minorenni, che si permette di mettere in parlamento prostitute che non devono correre quando vedono l'auto della polizia, è osannato e protetto e si rifiuta di sottoporsi a processo.

    Per come stanno le cose ora, per l'esempio che mi danno, io ora dovrei essere una fuorilegge che rientra dentro una prassi tacita di violazione delle norme.
    Per questo motivo mi vien quasi la voglia di non pagare niente all'erario....oh, no, aspetti...a me tutte le imposte le trattengono prima di darmi lo stipendio (chissà quando)!!!

    RispondiElimina
  3. Bene , Lydia, proprio bene ! E pensare che stavo per cancellarlo questo post , perchè questa vicenda berlusconiana mette a nudo i pensieri più intimi , come fa la morte, ci costringe ad esporci nelle più profonde convinzioni, e si diventa vulnerabili . Credo che la storia di lui e delle televisioni con i nuovi santi (Mike Bongiorno e i coniugi Vianello) darà materiale di studio agli antropologi per decenni ! Sono contenta del tuo commento , un bacino!

    RispondiElimina
  4. Lorenza cara, cancellare questo post???
    Questo tuo scritto vale molto di più di un trattato di filosofia e/o sociologia. Ne condivido parola per parola (mi capita con tutti i tuoi post...).
    Condivido peraltro anche il commento di Lydia, molto preciso e incisivo, che segnala benissimo a cosa siamo ridotti.
    Ti lascio un caro saluto Lorenza.
    So che devo leggere ancora il tuo post precedente, ma oggi ho avuto l'ossessione del dentista (da cui ancora non sono andata).
    A presto!
    Lara

    RispondiElimina
  5. La sintesi di ciò che hai espresso sta nella parola "lussuria", che va al di là dei moralismi, dell'eros e della sessualità.
    E' sinonimo di infima bassezza.

    RispondiElimina
  6. Grazie. Ho bisogno di esprimere la mia intolleranza per la situazione attuale con una certa base oserei dire filosofica, anche se per me è una parola troppo importante. Ma in fondo siamo tutti capaci di pensare , no? Mi esaurisce sentire solo rabbia , serve a poco. Servono , invece , interventi come questo di Lydia, che descrivono efficamente la realtà. Credo che ci torneremo su questo anomalo fenomeno che ci tocca vivere, come una malattia, speriamo non inguaribile.

    RispondiElimina
  7. Sì, ma non agli antropologi Italiani, che sono stati depennati come categoria dall'esimio ministro Bondi (leggete qui una nota di sarcasmo). Ed io ho pure il fidanzato laureato in antropologia!
    Comunque sono convinta che schiatterò prima io di lui, oppure che troverà il modo di governare come fa la testa di Nixon a Nuova New York in Futurama.
    Ma non è che è per questo motivo ch'è stata trafugata la salma di Pìo Mike?

    RispondiElimina
  8. SE essere nervosa e arrabbiata ti fa dire cose del genere ( Pio Mike) ti farò arrabbiare spesso, troppo buffo .

    RispondiElimina
  9. :) Beh speriamo che per la prossima volta l'abbiano fatto almeno "beato", così si cambia un po' :D

    RispondiElimina
  10. Cara Lorenza, è già semplicemente assurdo che sia necessario essere qui a parlarne. In qualsiasi altro paese del mondo lo avrebbero già silurato... qui invece sono mesi che assorbe le energie e le attenzioni di tutti e non è possibile non farlo. Ma pensa solo in quanti altri modi si sarebbero potute spendere... per motivi molto più importanti e costruttivi.
    Il fatto è che il suo comportamento è talmente grave, che non si può non tematizzarlo. In quanto personaggio pubblico ha dei diritti morali fondamentali nei confronti del popolo che rappresenta e in modo particolare nei confronti dei giovani che si stanno formando una personalità. Il dramma è che purtroppo ancora mooolti italiani gli danno ragione e lo sostengono . Quindi il messaggio che passa è ulteriormente rafforzato.
    Io sono italiana e vivo in Svizzera. È imbarazzante e umiliante...
    Mi assumo insieme a te tutti i giudizi che pensi di esserti attirata. In queste circostanze mi va bene essere considerata bacchettona e moralista... Anche se io mi definirei diversamente...
    Grazie! Cinzia

    RispondiElimina
  11. "...ho cambiato idea , per questa gente, che consuma il tempo prezioso della vita in queste stronzate , che impazzisce facendosi governare dai propri organi sessuali, ci vuole il concetto di peccato , di punizione , ci vogliono severi preti , ci vuole , alzai la voce , il diavolo con le corna e il forcone, che gli punga il culo , che li frusti per farli tornare in sé! Ci vuole la sanzione , la minaccia della punizione per chi non riesce ad avere buon senso."
    questo, scusa, è perbenismo. non ci vogliono preti (oddio, ci mancano solo quelli, che ne fanno anche di peggio) non ci vuole dio (che se esistesse davver non permetterebbe BEN ALTRE AMENITA'), ma ci vuole solo il cervello: bisogna ODIARE berlusconi perchè è un mafioso che si fa i cazzi suoi su una poltrona pagata da noi. il sesso non c'entra nulla... chi va con le ragazzine minorenni ha dei problemi e basta. per quello ci sono gli psicologi e gli psicoanalisti. Il problema è che invece di FARSI CURARE (come ben suggeriva sua moglie) lui scarica le sue patologie su una intera nazione.
    ci vuole una rivolta. domenica prossima (il 13 mi pare) con santoro e travaglio a Milano per farci sentire TUTTI. che i post sui blog possono aiutare, ma mai quanto una RIVOLTA.

    RispondiElimina
  12. Con la frase che hai riportato mi riferivo al club scambisti.Berlusconi , con le televisioni e gli altri mezzi di comunicazione ha "educato" il suo pubblico, che è poi quello che lo elegge , a vivere in una grande illusione, a friggersi il cervello fra ammiccamenti e pratiche sessuali , chirurgia estetica ,modelli di vita volti unicamente al consumo ecc. Si sa tutti. Quanto all'esistenza di Dio credo sia una questione dibattuta dalla filosofia di tutti i tempi e qui non risolvibile. Sono d'accordo che sia tenuto per le palle, dalle organizzazioni criminali, che gli forniscono voti a pagamento. Per questo ho sempre pensato che i mea culpa della sinistra fossero inutili,come le campagne elettorali, che in certi luoghi non sono neanche comprese.La rabbia è comprensibile e spesso mi arrabbio anch'io, ma l'odio no, non ne sono degni. Quando si odia vuol dire che gli si è lasciato troppo spazio , troppo potere su di noi.Mi pare che ne abbiano anche troppo di potere. Mi ricordo una frase di Ho Chi Min che girava quando ero al liceo "Pur con le gambe e i polsi strettamente legati sento ovunque il canto degli uccelli e il profumo dei fiori"Ha a che fare con la libertà personale , uno spazio privato e inviolabile da custodire anche contro i tiranni. Questo è ciò che penso. Comunque ti ringrazio per il commento , mi prendo tutta la critica volentieri.

    RispondiElimina
  13. Andare con i minorenni è reato. Ed è reato perché significa corrompere chi ancora non ha una personalità interamente formata. Chi seduce sessualmente, in vari modi, con la forza o con la lusinga, i minori si chiama pedofilo.
    Cari saluti a tutti voi

    Paola Magi

    RispondiElimina