giovedì 17 marzo 2011

La chiave per capire.

Sono angosciata, mi manca la chiave , la chiave per capire e mettere insieme tutto quello che succede , dalla Libia al Giappone ,passando per l'Italia .

  Il figlio di Gheddafi , che si chiama come una delle stelle di Orione, Saiph, "Il pugnale", un nome  un destino .
Gheddafi , che tornerà presto ad essere leader della Libia.
Il gas che compriamo dalla Libia, che è più importante della vita e della libertà dei libici.
 L'imperatore del Giappone che  parla al suo popolo e si dice triste.
Il blackout di Tokio e i blackout che ci aspettano, dicono, senza il nucleare.
Berlusconi che dice: altro che terremoto in Giappone, fatevi fare un massaggio da una giapponese e poi vedete che terremoto.
Ma è vero?
Berlusconi che prova, ma non riesce, a nominare nuovi ministri, che sono quelli che hanno fatto tenere la maggioranza e ora devono essere pagati, oltre l'acconto in denaro che hanno già avuto.
Berlusconi che deve presenziare in quattro processi nei prossimi giorni, fra cui un paio per  reati gravi e però ancora è presidente del Consiglio.
Barconi che arrivano carichi di gente e barconi che affondano portando con sè gente che forse non è registrata all'anagrafe, cioè , burocraticamente, nessuno.
Inflazione che riprende a crescere, carburanti più cari e stipendi uguali.
Figli che finiranno prima o poi di studiare, ma che faranno in questa società che rallenta e collassa?
Dopo esser stati genitori, diventeremo nonni?
Quando arriveranno sulle nostre tavole pesci radioattivi?
Ci venderanno piccole quantità di alimenti radioattivi mescolati a quelli buoni in modo da non perderci soldi e avvelenarci piano piano? Mal comune mezzo gaudio.
Qualcuno controllerà il cibo che arriverà dall'Oriente? O sarà come sempre, che non si eviteranno neanche le cose che io posso già prevedere ora.
Suggerisco di mettere qualcuno molto pessimista a predisporre controlli, qualcuno tipo me.
Dai reattori di Fukushima stanno uscendo i radionuclidi più longevi e pericolosi, è meglio o peggio di una bomba H?
Cosa significa inquinare così pesantemente l'oceano?

No , non mi riesce mettere insieme tutto , non trovo la chiave per farlo, non ho la griglia per leggere la realtà, ho perso lo schema . Il cristianesimo  e il cattolicesimo non mi funzionano più, in filosofia non sono mai stata brava e poi ho avuto  un buco nero di un anno, al liceo, quando venne ad insegnarci, la Paola se lo ricorda, il prof che ci fece studiare Kant sul Bignami .
Quando perdo l'orientamento mi invade l'angoscia e non sono più buona a niente. Se torna il sole me ne vado a lavorare in giardino.

10 commenti:

  1. Lorenza, c'è davvero di che restare disorientati, a dir poco. e la situazione in Giappone è così drammatica, che a volte cerco di non pensarci perché mi sento travolgere dall'angoscia per quello che devono aver provato le persone coinvolte. La madri e i padri lontani dai figli al momento del disastro... non ci posso davvero pensare...
    E poi quelle affermazioni... spero solo non siano vere, altrimenti vorrebbe dire che è da rinchiudere, subito però!
    Gli autori e le persone che hai citato sono e sono state persone speciali. Le cui parole e i cui pensieri hanno lasciato un segno in tanti di noi, purtroppo non in tutti.
    Cinzia

    RispondiElimina
  2. Lorenza, tu mi fai tanta paura, metti insieme tante piccole notizie che formano un quadro disastroso del nostro mondo, ancor più vicino quello della nostra Italia. Io oggi non mi sento di festeggiare, per me oggi è come un San Valentino, una non-festa. Però oggi, cercando una poesia sull'Italia per un compito di mio figlio, mi sono commossa leggendo le tante parole nate dal cuore che esprimono la vera forza ed essenza della nostra nazione. Sono amareggiata, tanto.

    RispondiElimina
  3. Delia , non volevo far quest'effetto , è vero che quando non si sta bene non si dovrebbe scrivere. Sono molto disorientata e anche io non ho voglia di festeggiare a comando ,sebbene mi senta italiana . Sarà il regalo del presidente Napolitano per gli anni a venire, lui si tanto impegnato per consegnarci un segno positivo di unione . Credo che quando non sarà più presidente lo identificheremo con questa festa, se non l'avranno tolta nel frattempo . Dio, torna fuori il pessimismo! Magari, scrivendo le brutte cose che mi vengono in mente , che poi di solito si avverano , qualcuno saprà suggerire una chiave di lettura più positiva.
    Viva l'Italia , ora quando penso alla Sardegna penso a voi del Furighedda e ai vostri giardini già tanto fioriti . Quando smette di piovere farò delle foto al mio , che fiorisce in grigio, sotto le nuvole.

    RispondiElimina
  4. Nessuno ha la chiave per capire.Davvero. Comunque oggi mi sento italiana, nonostante e malgrado tutto, italiana
    A presto

    RispondiElimina
  5. Impossibile spiegarsi o capire: sono troppe le cose che stanno capitando.
    Stasera ho mangiato pesce, pensando che da qui a poco sarebbe meglio non mangiarlo più.
    Una cosa che mi commuove a fondo è il dolore dignitoso del popolo giapponese: Questo è un punto di riferimento e un esempio a cui noi, Italiani, dovremmo guardare.
    Ma ora è il momento di restare uniti davvero, cara Vitamina. Uniti per lottare contro chi vuole dividerci e mi fermo qui.
    Un abbraccio,
    Lara

    RispondiElimina
  6. Ho appena visto Santoro , e nel corso della trasmissione un professore dell'Università di Bologna ha spiegato finalmente e per bene i rischi che corriamo anche qui a casa nostra. Il più pericoloso è il combustibile misto , MOX , ottenuto dal riciclo delle scorie , che rischia di diffondere in atmosfera quantità di plutonio e altri radionuclidi pericolosissimi amche in quantità minime , con un tempo di dimezzamento della carica di alcune migliaia di anni . Paradossalmente ora che so un pò di verità mi sento meglio.Penso che sentirsi trattati da deficenti sia davvero spaventoso , meglio sapere le cose fino in fondo , per potersi impegnare a cambiare .Io ero una di quelli che avevano votato contro il nucleare nell'87, ci avevano fatto sentire stupidi per la nostra scelta, mi dispiace profondamente dover riconoscere che loro, quelli a favore , avevano torto e noi ragione , avrei preferito che tutto questo non accadesse.

    RispondiElimina
  7. Cara Vitamina, nell'ultimo commento ti dici un po' rinfrancata, ma voglio dirti lo stesso la mia, anche a rischio di remare contro, insomma di aumentare in te dubbi e depressione.

    Da diversi anni penso che i segnali che vengono dal mondo siano di una crisi senza precedenti, e di una seria minaccia, in tempi che non è possibile quantificare, per la salvaguardia della vita dell'uomo sulla Terra.
    Semplicemente perchè i nodi stanno venendo al pettine, ormai rapidamente.
    Si tratta delle normali conseguenze di un modello di sviluppo, di cosiddetto progresso, fondamentalmente distruttivo del nostro habitat, e fondato, inoltre, sulla prepotenza aggressiva e bellicosa di chi ha più ricchezza, nonché di un'incapacità dell'uomo di darsi strutture mondiali di autocontrollo e pianificazione.

    Penso che chi ha coscienza non possa esimersi dal dedicare almeno un poco delle proprie energie a diffondere consapevolezza, e a cercare vie di salvezza, non per sé stesso ma per l'umanità intera, per immenso che sia l'obiettivo.
    Ci sarebbe da meravigliarsi se, in mancanza per ora di sostanziali inversioni di tendenza, non continuassero a succedere eventi così tragici ed inquietanti.

    Sono convinto però che questa consapevolezza non possa e non debba limitare la speranza e la gioia di vivere; non sarebbe giusto e non sarebbe nemmeno costruttivo.
    E così, perché no, è stato bello assaporare, nella giornata appena finita, la novità di quel corale desiderio della nostra gente di riappropiarsi di un comune valore, di una casa comune, di ciò che ci caratterizza e ci unisce culturalmente, etnicamente e storicamente; il tutto, evidenziato da quei mille tricolori alle finestre e dai tanti eventi di piazza, pienamente partecipati, nelle città e nei paesi.

    Un saluto, e ...occhio alla primavera che arriva! :-)

    RispondiElimina
  8. FRanz, hai delle doti di sciamano.

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  10. Yes! Finally something about window vista.

    Feel free to surf to my web blog ... Kill My Day

    RispondiElimina