sabato 7 maggio 2011

Da molto vicino , l'ottica degli insetti pronubi .

Colore-non colore , se cambia la luce sembra più verde , oppure più rosa , senza essere né l'uno né l'altro.
La macchia bianca c'è davvero.
Di che colore sono questi vessilli?
 Il fiore risplende al centro.

Ho fatto un" tot" di foto, un "tot" per dire tante , tantissime!  Dedico le foto a tutti, si capisce, ma in modo particolare a Iulia, per il suo post sui colori .
Le foto di questo post sono di due iris , uno color "vino rosso"? , possiamo chiamarlo così, anche se è più scuro e se dipende da come la luce lo attraversa?
LInea essenziale , niente smerlettamenti per questo rosso , ma una bella barba giallo intenso in contrasto .


L'altro è un iris di colore indefinibile , da lontano non si vede , si perde nel verde della rosa Banksiae che gli sta dietro .
La mia amica Lalla l'ha definito "luttuoso" , a me sembra più un animale che un appartenente al mondo vegetale, le sue sfumature sono quelle degli ematomi o di certi funghi, eppure stasera , fotografandolo, ci sono caduta dentro , come in certe storie molto interessanti , e non riuscivo a smettere di fare foto . Per me è affascinante , elegante e perfino ammaliante .
Oltre che caderci , come Alice nello specchio , ci sono anche entrata dentro . Full immersion.

Questo periodo dell'anno rigenera , con tutti questi colori e forme . Ieri ho comprato altri due iris a Firenze . Dice l'Innominata con accento nordico : "Spendiamo nelle piante, ma non spendiamo nello psicologo!"
Anche questa è una terapia , e neanche cara , otto euro per due piante che ho scelto fra quello che era rimasto .

Al giardino degli Iris di Firenze vengono messi in vendita rizomi delle piante che hanno partecipato al concorso negli ultimi anni . Fanno il fumo. Si dovrebbe andarci il primo o il secondo giorno per scegliere colori speciali . Ma devo dire che sono tutti speciali . Ho già dimenticato i colori , ma sarà più bello così ,ogni anno quando si aprono è una sorpresa .

8 commenti:

  1. Tutte bellissime, il le iris è favoloso !!!

    RispondiElimina
  2. Cara Vitamina, mi sono messa a pari con la lettura del tuo blog e come al solito è stato un piacere.
    Le foto dei tuoi fiori mi riempiono di meraviglia (e di piccola, bonaria invidia: e per i fiori e per la perizia con la quale li ritrai, perizia che forse è solo affetto e cura per queste tue creature) e le tue riflessioni sulla disarmonia esteriore che parla della disarmonia interiore avrei potuto scriverle io tanto sono vicine al mio modo di pensare e di sentire.
    Grazie, come sempre, dei tanti stimoli interessanti che condividi qui.
    Saluti!

    RispondiElimina
  3. Bellissime . Ricordi il meraviglioso racconto "Iris" di Hesse??? Il bimbo é mio nipote, e si é inventato tutto lui. Ciao

    RispondiElimina
  4. Il tuo giardino non finisce di stupirmi per le varietà di piante. Bellissimi i tuoi iris...succede anche a me di non riuscire a smettere di fotografarli è come a voler trattenere per sempre la loro momentanea bellezza. un abbraccio Ornella

    RispondiElimina
  5. Cari e gentili ospiti vi ringrazio tutti per la visita e la gentilezza.
    @Duck :sono le prime volte che uso la macchina fotografica, ma sono stupita anch'io di come vengono le foto . Ti ho lasciato una mail attraverso il blog, ma si vede che ho sbagliato qualcosa , comunque per vedersi ci sarà tempo più avanti, devo tornare a Firenze presto .
    @Soffio: non conosco il racconto di Hesse , lo cercherò . Ti lascerò un'altra suggestione sul racconto bellissimo del tuo nipotino . Bambino speciale!
    @ Ornella: grazie!!!Anche io cerco di catturare qualcosa della loro bellezza per quando non ci saranno più !

    RispondiElimina
  6. Hai iris stupendi, e le foto li valorizza tantissimo! Mi piacerebbe, se sei d'accordo, fare degli scambi al momento opportuno, i miei li potrai vedere quando, a breve, farò il post a loro dedicato. Quest'anno si sono beccati tanta di quella pioggia che si sono rovinati, in parte, un vero peccato.
    La terapia verde con me ha funzionato, sul fatto di essere economica, beh, forse per me neanche tanto...ma lo psicologo mi ispira meno! Hai qualche racconto su di loro?

    RispondiElimina
  7. IO DElia , più che altro invidio la pioggia che avete avuto, qui è molto asciutto, difficile che il tempo si rimetta in pari prima dell'estate , sugli psicologi avrei diversi racconti , alcuni molto positivi altri molto negativi, ma è meglio non diffonderli, rischio di farmi troppi nemici.Anche se è tutto vero .

    RispondiElimina
  8. Dimenticavo , scambiare gli iris non dovrebbe essere un problema. I rizomi resistono parecchio all'asciutto.

    RispondiElimina