mercoledì 16 maggio 2012

Holly e Gold.





Oggi è il mio giorno di riposo, per modo di dire, ho lavorato da stamani all'aperto con grande soddisfazione , perché sono riuscita a ricavare uno spazio nuovo da coltivare dove c'era  ancora una discarica di macerie lasciata dai muratori nel '93, credo.
A buttar la roba tutta mischiata , terra sassi colla stucco pezzi di mattonelle, con lo scavatore, ci vuol poco, a ridividerla e separarla e farne qualcosa di sensato ci vogliono anni. Infatti oggi ho concluso un lavoro durato almeno un paio d'anni, e l'ho concluso solo in parte. Il resto una prossima volta .
E' una grande gioia stare in giardino, ora è fresco e pieno di vita, forse la parolina giusta è "rotondo" , tutto appare pieno e abbondante e molte piante potate hanno preso una forma rotonda . Una di queste mattine è venuta la Claudia con il suo cane Gold, detto anche Goldoni, un golden retriever che è un tesoro ed è anche, dopo la morte del nostro Chicco, l'unico amico della Holly. La Claudia di solito non lo porta da me perché lui quando vede la vasca dei pesci ci si infila dentro e con le unghie potrebbe rompere il telo, e certamente terrorizza i pesci. Ma era tanto che lui e la Holly non si vedevano e allora ho chiesto alla Claudia di portare "L'omo" . "Michel?" ha chiesto lei, pensando che mi riferissi a suo marito. "Noo, Gold!" Ho detto io

.


 I due cani hanno giocato tanto, la mia si esprime molto , abbaia , uggiola, mugola , fa tutti i versi possibili per far capire i suoi stati d'animo e con Gold ringhia, ma solo per giocare , non si sono mai fatti male. Però Gold è più pesante e si stanca presto, era così stanco e accaldato che Pluf ! si è infilato nella vasca! Sinceramente è proprio buffo un bestione di sessanta kg che nuota per davvero nel laghetto !








La Holly non è attratta dall'acqua. Mercoledì scorso di pomeriggio io tagliavo l'erba come al solito ed è arrivato Mauro dal lavoro verso le sei e mezzo . Lei era felicissima , con tutti e due i suoi umani a casa, perché le ragazze le vediamo solo di rado, e ha cominciato una corsa impazzita in giro per tutti i percorsi del giardino, abbaiando festosa e con una vena di protesta perché  non siamo sempre  con lei.




Cane saltatore.

La Holly odia il tagliaerba . Le da fastidio il rumore forte che produce, che lei deve percepire molto più forte di noi, che già ci da noia .  Ogni volta che lo accendo abbaia forte e cerca di mordere le ruote davanti . Io brontolo, lei smette e se ne va da un'altra parte dove c'è più calma . Mercoledì passato girava impazzita a tutta velocità per il giardino, ma le malvarose sono cresciute così tanto che lei non ha visto me, col tagliaerba acceso , sul suo percorso, mi ha visto solo l'ultimo secondo e io ho visto lei e per un attimo ho capito che stavamo per scontrarci in  un groviglio fra me , cane e macchina tagliaerba . Ma lei bravissima ha  fatto l'unica cosa possibile : un salto molto alto e molto lungo che l'ha fatta passare di fianco alla mia testa a più di un metro e mezzo da terra . C'è stato solo un piccolo urto molto doloroso fra la sua zampa che volava e il mio braccio che teneva la macchina e sul muscolo il giorno dopo si è formato un livido.  La mia amica Paola mi aveva chiesto di mettere altre foto e qui metto quelle che ha fatto Mauro compreso il cane saltatore.

10 commenti:

  1. Anche quando perdono la loro freschezza e iniziano a sfiorire i fiori sono sempre magnifici e stupiscono. Diventano quasi più belli di prima. Acquistano giorno dopo giorno sfumature dei loro colori primari assolutamente diversi ... colori quasi impossibili da riprodurre anche per un pittore esperto!
    La tua Holly sembra uguale alla mia Arwen ... orecchie a pipistrello!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Ciao!la prima rosa e' molto bella,e immagino molto profumata!come si chiama?sembra una Peonia con tutti quei petali!Ho preso da poco le mie prime rose,sono una varieta'antica,il fiore e' gigante ma composto solo da 5 petali!Ho gia' voglia di prenderne un altra!Anche i giaggioli color pesca mi piacciono assai!Il cane saltatore un amore,meno male che e' di gamba lunga!!!

    RispondiElimina
  3. rispondo in corsa prima di partire : Ciao Serena , grazie per le visite affettuose! Manu: la prima è una "Papi Delbard" la trovi in commercio con questo nome, se fossimo vicine, e magari lo siamo, potresti venire da me a prendere dei pezzi di rizoma di iris, pensaci , io vivo in provincia di Arezzo.

    RispondiElimina
  4. Allora senti l'aria di Cavriglia con il meraviglioso giardino Fineschi.
    Complimenti per le foto e soprattutto per i fiori

    RispondiElimina
  5. Ciao, che belle foto, complimenti al fotografo.
    E dopo questo spezzato di vita quotidiana mi aspettavo
    la foto "dell'omo" a bagno nel laghetto.
    Che bell'aria che ti gira intorno, è salutare e fa accantonare
    i pensieri stanchi e vecchi.

    RispondiElimina
  6. Ciao!La tua proposta é invitantissima,non ci penserei due volte a venirti a trovare,pero'vivo in Lombardia,provincia di Lecco a nord di Milano!Magari se mi capitera' in futuro di passare dalle tue parti!!!Il nome della rosa me lo sono appuntato!grazie!!

    RispondiElimina
  7. Tanto giardino mi fa sognare!
    Forse dirò una stupidaggine ma gli iris mi han sempre ricordato le orchidee, naturalmente ingigantite. Che bel colore amaranto han quelli della terza foto: complimenti a Mauro.
    E la cagnolona è proprio bella, dalle una grattatina da parte mia.
    A te un caro saluto. Ciao.

    RispondiElimina
  8. Una settimana senza sole, questa. Tutto bene a casa di Vitamina?
    Certo, il giardino dà da fare in questo periodo e così è bene che sia.
    Ciao.

    RispondiElimina
  9. Che vitalità viene fuori da queste foto! Un abbraccio al cagnone saltatore: verrebbe voglia di abbracciarlo e ruzzolare insieme in giardino!

    RispondiElimina
  10. Amo tantissimo il tuo giardino, e amo il tuo modo di parlarne, inframmezzato da considerazioni personali sulla vita ed altro... ogni volta che guardo le bellissime foto delle tue piante penso che sarebbe bello scambiarne con te, abbiamo gli iris in sospeso, ricordi? Un abbraccio affettuoso

    RispondiElimina