martedì 22 gennaio 2013

Novità

Io e la mia amica Paola, Editore e Coach, siamo arrivate alla fine di un lungo lavoro, fra poco uscirà il libro, mio, ma anche nostro, per tutto il lavoro da "editor" che lei ci ha profuso. Dovrei essere entusiasta e fare un annuncio trionfale, e invece sono un pò impaurita.

Continua a tornarmi in mente il giorno che io e Mauro ci sposammo. Ero andata dalla sarta, una sarta bravissima, una professionista vera, zia di un mio caro amico, Mario, che adesso è il marito di una delle mie più care amiche. Ci ero andata per indossare il vestito per il matrimonio, che era un bel vestito rosso e il mio amico mi accompagnava in comune. Gli dissi che all'improvviso mi era presa una gran paura, che era un passo enorme quello che stavo per fare e non ero più sicura. Lui non sapeva come aiutarmi e mi disse che invece di fare la strada più breve sarebbe passato da San Domenico, per la via più lunga, così avevo tempo di calmarmi. Arrivati in piazza del Comune vidi Mauro vestito da festa con gli occhi che brillavano. Notare che all'inizio era stato lui il meno convinto.
Mi disse " Tò, hanno invitato anche te a questo matrimonio?" Mi fece ridere e la paura mi passò completamente. Dalla mano di Mario passai a quella di Mauro e ce ne andammo su per le scale del Palazzo Comunale. Erano trent'anni lo scorso 8 gennaio. Questa volta avremmo voluto festeggiare, ma non l'abbiamo fatto perché era caduta la nonna.
Ora che deve uscire questo libro ho la stessa identica paura, me ne accorgo. Diecimila domande si affollano, diecimila dubbi .

Giorni fa sentivo a "Fahrenheit" sul terzo della rai, una discussione su ciò che viene  pubblicizzato e venduto nelle librerie. Raffaele La Capria lamentava il fatto che vengono pubblicizzati di più i libri dei conduttori televisivi (Vespa) dei comici (Zelig, Littizzetto) eccetera, piuttosto che dei letterati. Diceva che si genera confusione nei lettori che sono convinti che questi libri siano anch'essi letteratura. Poi cos'è  letteratura e cultura? Quale il criterio da seguire per definire un'opera di qualità? A me pare che ci sia tanta roba di scarsa qualità in vendita ed è difficile orientarsi.
Il tempo per leggere è poco e come diceva un mio amico "Non ho ancora letto Omero, come pretendi che legga ciò che mi proponi?"

In questo panorama penso che il mio/nostro libro farà parecchia fatica a farsi conoscere, se si vuol essere realisti. Eppure, come per un figlio, voglio sperare che si faccia largo nel mondo. Nel libro ci sono già i ringraziamenti per gli amici blogger,  non lo sapete del tutto, ma ognuno di voi mi ha incoraggiato parecchio e vi sono molto grata. Avevo sognato spesso di pubblicare un libro, ma restava nei sogni irrealizzabili, la fiducia degli altri blogger mi ha molto rinforzato. Ci sono state alcune congiunzioni favorevoli.
Considerate che è una nave che sta per partire per un viaggio e voi ne siete tutti  madrine e padrini.  Non voglio fare nomi per non rischiare di dimenticare qualcuno, anche solo uno di quelli che commentano poco, per esempio Gio o Maria che lasciavano commenti qualche tempo fa, ma che considero ugualmente importanti.Grazie alla Paola e a Vincenzo dell'"Archivio Dedalus" di Milano, che hanno avuto il ruolo di Mario quando mi sposai e anche di più, perché il libro ha preso la sua ultima forma grazie al lavoro fatto insieme. Grazie ad Elisabetta Brambilla, la mia prima vera lettrice, nel senso che non mi conosceva per niente quando ha letto il libro, ed è riuscita ad afferrare esattamente ciò che volevo esprimere. Grazie alla seconda Coach, Grazia del blog "Senza dedica".
Adesso, appena le copie saranno stampate, si tratterà di spingere la nave al largo e farle prendere bene il mare, in modo che il viaggio sia lungo e sicuro e che possa arrivare forse non subito ai porti più grandi dove si perderebbe, ma ai porti piccoli e riparati, dove qualcuno aspetta un messaggio in bottiglia ed è pronto ad ascoltare una lunga storia, anzi è avido di racconti...
Quindi faccio un appello a tutti quelli che possono offrire un'occasione di presentazione del libro, in casa propria, in un circolo, in una qualunque sede. Lasciatemi un commento, se vi va, sennò va bene ugualmente. Ho parlato di questo con la Loretta del Roseto in via Cerreto e lei diceva che in ogni modo è una nuova fase che si apre, una manciata di semi gettati al vento, e sarà bello vedere le piantine che germoglieranno, perché di una cosa sono sicura, che tutto questo l'ho fatto con amore e non può restare senza frutto.

23 commenti:

  1. In qualità di coach e di editor dichiaro che fare questo lavoro è stato appassionante. Il libro è molto bello, va in crescendo, da un inizio piano, il racconto dell'infanzia, con immagini vive di persone e di luoghi che si susseguono fino a formare un grande quadro pieno di vita, fino all'epilogo drammatico che richiama alla memoria i tempi della guerra e le stragi avvenute nel territorio di Arezzo.
    Sono contenta che il libro sia concluso ma, come sempre accade, mi mancherà la fase del lavoro, il continuo dialogo con l'autrice che è stata molto brava ad accogliere suggerimenti e critiche. E' stato come fare un intenso seminario di scrittura, un laboratorio dove entrambe abbiamo imparato un sacco. Grazie Lorenza Vitamina, anzi Lorenza M. Mori, autrice del libro "E' il freddo di questa notte". La foto in copertina è di Mauro Giovacchini, una di quelle che tempo fa erano apparse sul blog.

    RispondiElimina
  2. M'ha preso un groppo di emozione, a questa notizia. Il libro lo si aspettava ma ora che c'è è come quando nasce un bimbo: non è l'atteso ma una sorpresa nuova e basta.
    Io mi prenoto come prima lettrice (posso?) lo pubblicizzerò, dopo averlo letto, e ne avrò cura.
    A te e Mauro, cara Lorenza, tanti auguri per altri trent'anni di unione felice... poi ve ne farò di freschi, rinnovandoli, al momento giusto.
    Grazie a Paola e a tutte le persone che hanno incoraggiato e sostenuto, a vario titolo, questa iniziativa.
    E vai!

    RispondiElimina
  3. Mi sono commossa a leggere del giorno delle tue nozze.
    Allora io sono pronta a raccogliere ed ammirare questo fiore
    appena sbocciato.
    Sono orgogliosa di te Lorenza.
    Ti abbraccio fortissimo.

    RispondiElimina
  4. Mi sono commossa a leggere del giorno delle tue nozze.
    Allora io sono pronta a raccogliere ed ammirare questo fiore
    appena sbocciato.
    Sono orgogliosa di te Lorenza.
    Ti abbraccio fortissimo.

    RispondiElimina
  5. Care amiche, come al solito mi commuovo e mi viene da piangere...

    RispondiElimina
  6. Io aspetto il messaggio in bottiglia.

    Auguri cara Lorenza, tutto il bene che ti meriti.

    Un bacione, Arcangela

    RispondiElimina
  7. Ciao, ti conosco da poco, voglio fare tanti auguri, e ti leggerò di sicuro! Baci e tanta fortuna Michi
    Ammiro tutte le persone che hanno la tua forza

    RispondiElimina
  8. È una grandissima emozione poter condividere con te questo momento! E mi sento davvero privilegiate di far parte di questa comunità che frequenta il tuo blog e che ha avuto la possibilità di leggerti in anteprima.
    Così quando diventerai famosa, potremo vantarci di conoscerti già da tempo... ;)))

    Auguri di tutto cuore Lorenza!!! E per rispondere alla tua domanda e forse un po' ai tuoi dubbi... cos'è letteratura: per me è come per l'arte, è tutto ciò che mi emoziona, indipendentemente da chi la fa.

    Un abbraccio fortissimo
    Cinzia

    p.s. che bello sposarsi con un vestito rosso! se mai dovessimo incontrarci, vorrei che mi portassi una foto di te con quel vestito!
    p.p.s. complimenti a Mauro per quella battuta stupenda. Solo i toscani riescono a essere così simpatici...

    RispondiElimina
  9. Ho letto soltanto adesso il commento di Paola e sono ancora più emozionata! E trovo ancora più bello che l'immagine di copertina sia di Mauro. È giusto che sia così.
    Ma come sono felice per te, per voi , e anche per me!!

    RispondiElimina
  10. Cari amici blogger, credo che la disponibilità di Lorenza M. Mori alias Vitamina a venire in giro per le vostre case a presentare il libro andrebbe presa sul serio. Pensate che, oltre ad avere il piacere di farvi raccontare una barzelletta di persona, potrete leggere il resoconto su questo blog... Impagabile! Lorenza saprà trasformarvi in leggenda.

    Paola, la Coach di vocazione e l'Editor di azione

    RispondiElimina
  11. Leggere che qualcuno realizza un sogno mi riempie di gioia e entusiasmo!
    Ti auguro tutto il vento possibile perchè la tua nave prenda il largo, un abbraccio.

    RispondiElimina
  12. Cara Lorenza, mi sono venuti i brividi per la contentezza e l'emozione!
    Sei veramente grande! Sono sicura che sarai tu una leggenda! Appena il libro sarà in vendita (devi darci tutte le coordinate per l'acquisto) sarà mia cura postarlo, in pianta stabile, sul mio blog: ci tengo molto perché sei trooooppo speciale e poi sarà un tam-tam dato che i tuoi blogger faranno lo stesso, saranno compiaciuti di esserti d'aiuto per darti maggiore visibilità.
    Ti abbraccio fortissimo e ancora Complimenti!!!

    RispondiElimina
  13. Vengo dal blog di Cinzia,mi è piaciuto il racconto del tuo matrimonio e ho respirato l'emozione per il tuo libro...!
    a presto Lieta

    RispondiElimina
  14. La tua conclusione è quella giusta, la tua paura è quella di prima di un esame, ma vedrai che i semi germoglieranno e tu raccoglierai i frutti.

    RispondiElimina
  15. Complimenti di cuore, cara Vitamina!
    Mi sento euforica per te e per tutte noi che ti seguiamo da tanto.
    Avrai successo, ne sono sicurissima.
    Già io non vedo l'ora di leggerlo...
    Ti abbraccio, saltando di gioia.
    Lara

    RispondiElimina
  16. Brava Lorenza
    sarò uno dei primi a comprare il tuo libro.
    Sono davvero felice che si sia avverato questo tuo sogno.
    Finalmente una bella notizia!
    A presto.
    Ciao

    RispondiElimina
  17. Quando uscirà lo leggeremo e se ci piacerà te lo faremo sapere.
    Prima che esca mi pare inutile preoccuparsi.
    Sta tranquilla, la tranquillità dello scrittore è la fortuna del libro
    (non so se sia vero, m'è parsa bella e l'ho scritta).
    In bocca al lupo.

    RispondiElimina
  18. Il libro è freschissimo di stampa: il codice ISBN è 9788897602026, per ordinarlo basta scrivere una mail alla Casa Editrice, info@dedaluspoemvideo.it oppure, semplicemente, dire alla propria libreria di fiducia di richiederlo, allo stesso indirizzo.

    RispondiElimina
  19. Fra un po' vado in libreria e vedo. Intanto ho messo un riquadro nel post di oggi, dedicato alla Giornata della Memoria, per la presentazione di domani. Purtroppo non posso essere presente e me ne dispiace molto. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  20. Chi abita a Milano può passare dalla sede dell'Archivio Dedalus, via Pietro Custodi 18, dove può acquistare direttamente il volume.

    RispondiElimina
  21. chi scrive un libro lascia una traccia indelebile. ed in questo giorno della "Memoria" scrivere è come salvare una vita e chi salva una vita salva il mondo intero-
    Shalom

    RispondiElimina
  22. Carissima, ho finito ora di leggere il tuo libro. Ho segnato alcuni punti, dove mi rivedo ...

    Grazie di avermi citato. Un abbraccio. Arcangela

    RispondiElimina
  23. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina