mercoledì 31 luglio 2013

Un mese senza Internet

Un mese senza Internet. Ho un'amica che lavora con gli alcolisti e dice che per dimostrare di non essere dipendenti dall'alcol bisogna stare tre settimane senza assaggiarne neanche una goccia. La stessa cosa si può dire per Internet, se ci si accorge di diventare dipendenti. Un mese è passato e sono sopravvissuta, mi sono riabituata a stare senza, anche se il fatto di non poter usare l'e-mail è stato veramente scomodo. 
Come state, voi tutti di là da questo arnese? 
Qualcuno ho visto che sta piuttosto bene, per esempio c'è una signora che riposa meglio, col suo letto nuovo in pino cembro... Ce n'è un'altra che si è permessa di far gli auguri al Royal Baby per il suo ingresso nel mondo con un fiore azzurro di radicchio! Roba da matti!
Internet è saltata con uno di questi devastanti temporali. Poi c'è voluto un mese per riavere la connessione.
Temporali. Si dovrebbe usare un altro nome, cominciare a parlare di tornado, per esempio. L'ultimo l'altro ieri, con una serie ininterrotta di tuoni e fulmini che hanno spaventato molto  me e la Holly. Il vento portava via le sedie da giardino e un cipresso di almeno trent'anni era quasi orizzontale, per fortuna che non si è spezzato come è successo a Alberoro e a Foiano, ma anche a Monte San Savino. La grandine ha distrutto pescheti, oliveti e vigneti  e è stato richiesto lo stato di calamità. E' terribile che il lavoro di un anno intero, degli uomini e delle piante, se ne vada in mezz'ora di "temporale", certo, è sempre esistito, ma ora diventa sempre più frequente. Qua per fortuna è arrivata solo acqua e vento, e se va così, va di lusso. Si parla di estate anomala perché ancora il sole non ci ha bruciato. Praticamente l'anomalia consiste nel fatto che qui da noi è un'estate "normale", come tanti anni fa, belle giornate calde ma non troppo, qualche acquazzone, fiori belli a fine luglio.
Ah sì! Siamo stati qualche  giorno al mare. Dovevamo partire lunedì, che era il mio primo giorno di ferie. Ma lunedì volevo pulire la casa. Mi sono svegliata piena di dolori e sono rimasta a letto. Per me dormire è sempre una cura. Mi sono alzata la mattina del martedì alle nove, ho dormito quasi ininterrottamente più di trenta ore. E'strano, ero stanchissima ma ho retto finché ho dovuto lavorare , poi ho ceduto tutto insieme. E ora dopo pochi giorni siamo di nuovo al lavoro...Buon tutto a tutti.

6 commenti:

  1. Un mese senza internet si può sopportare, ma senza leggere "Iris &libellule" è davvero dura!
    Buin tutto anche a te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Grazia! Devo leggere moltissimi tuoi post..

      Elimina
  2. Bentornata connessione, bentornata Vitamina! Un abbraccio da Saintes Maries de la mer. Ci vediamo presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saintes Maries de la mer ...ecco dov'eri|

      Elimina
  3. Prima o poi la tento anch'io, una simile esperienza! :))

    RispondiElimina
  4. Mi dichiaro non dipendente.
    Certo è che mi sono mancati i tuoi post.
    P.S. il radicchio dedicato al baby reale è il mio augurio affinchè
    possa, nonostante il carico di responabilità che gli saranno caricate addosso, mantenere dentro di se un angolo di semplicità e leggerezza.
    Ciao

    RispondiElimina