domenica 2 febbraio 2014

l'aggressione a Laura Boldrini

Ultimamente quando sono indignata me lo tengo per me. Sono talmente tante le cose che possono indignare, ma mi sembra già un sollievo non sentir parlare di Silvio, che era diventata un'ossessione, ogni cinque minuti. Già questo è un miglioramento. Oggi però ci sono stati questi attacchi a Laura Boldrini e non posso starmene zitta. Anche se non so neanche da dove cominciare, tanto mi pare grave quello che succede: avevamo una certa fiducia nel movimento 5 stelle  e ora sinceramente crolla. Come posso aver fiducia io che sono una donna in gente che offende un'altra donna perché non la pensa come loro? Non solo la offende ma le augura di essere affidata ad uso sessuale ad un campo rom, cosa che unisce il disprezzo per le donne a quello nei confronti dei rom, evidentemente. Oppure vorrebbe mandarla a fare il suo mestiere (di prostituta) nelle strade di notte...Laura Boldrini non è di sicuro un'espressione della politica tradizionale e dei potenti, oltretutto.  
Volgarità, violenza verbale che può diventare facilmente violenza fisica, disprezzo verso una metà dell'umanità, e tutto questo approvato e incoraggiato dal leader Grillo. Tutto ciò che di buono M5 aveva da dire affoga tristemente in queste cose e la speranza che esprimeva si spegne. Non che io non sia arrabbiata come loro per molte cose che loro denunciano, ma per questa legittima rabbia non si può comportarsi come loro stanno facendo e incoraggiare i peggiori.   

13 commenti:

  1. Condivido il tuo senso di disillusione. Ma ciò di cui parli (diffusione di gravi offese e volgarità, nel blog) è avvenuto, a quel che è stato risposto a riguardo dal M5S, senza il loro consenso, in ora notturna, e dunque immediaamente rimosso. Sono anche io donna, e in quanto tale ho sempre la sensazione di far parte di una "minoranza" mai sufficientemente presa in dovuto ascolto e rispetto, specie in ambito politico, ma ho la forte impressione che tutta la comunicazione che riguarda il M5S sia pilotata a dovere per sminuirne il valore (passami il termine) etico, che spaventa più di una fazione. E mi domando come mai non ci si scandalizzi allo stesso modo (anzi di più, vista la violenza anche fisica attuata) per l'aggressione subita dalla deputata M5S Lupo in Parlamento due giorni fa da parte del questore Dambruoso, il quale non ha nemmeno avuto il buon senso (e buon gusto) di dimettersi.
    PS
    Quando posso ti leggo e apprezzo sempre molto.
    Silvia

    RispondiElimina
  2. Viviamo nella violenza da decenni e non ce ne eravamo accorti, occupati ad essere "liberi e spontanei", padroni di urlare invece di dialogare, di dire parolacce sconce anche in radio, " senza ipocrisie tanto le diciamo tutti" disse Camurri perdendo immediatamente una ascoltatrice. Ci siamo abituati ad accettare il metodo Boffo, le veline in parlamento, le maldicenze nella prima pagina dei quotidiani e tutto questo l'abbiamo chiamato libertà mentre ci stavano educando già alla violenza.
    Questo attacco alla Boldrini non mi stupisce, è semplicemente il prosieguo di un sistema che vede tutti contro tutti creando il caos, quello preventivato, che produce i frutti sperati.
    Il M5S ha deluso parecchio anche me, sia per i sistemi che usa con i suoi eletti che per la violenza verbale che ne ricorda un'altra. Sono delusa da tutti e la cosa mi spiace molto.
    Ciao.

    RispondiElimina
  3. Mi devo essere perso qualcosa e dire che in questi giorni sono spesso connesso e le vicende del m 5stelle mi interessano, poichè credo sia l'unica speranza che abbiamo di cambiamento ..ma se ho capito bene ti riferisci a qualcosa che avrebbero scritto sul blog di grillo gli utenti ( e poi subito cancellato da chi gestisce il blog) se è così..okè triste e deludente vedere quanti stupidi ci siano al mondo e certamente ce ne sono anche all'interno del movimento, in particolare alla base,ma non dimentichiamo che nel blog possono scrivere tutti che non c'èbisogno di una tessera e qualsiasi provocatore può fare il suo gioco, già altre volte si è scoperto che erano persone del pd a dire certe cose..ci andrei piano a condannare grillo ed un movimento per queste cose

    RispondiElimina
    Risposte
    1. veramente, Caro Falco, mi pare che tutto sia partito da una frase proprio di Grillo: che fareste se vi trovaste in auto con la Boldrini? o qualcosa del genere. Più ci penso più mi viene il nervoso, perché le risposte poi sono ovvie, essendo il mondo pieno di cretini.

      Elimina
    2. cara Vitamina sono d'accordo con te che probabilmente è stata un'idea infelice ,io non ho visto il video in questione,ma da quello che ho capito era un video ironico con uno che faceva finta di essere in macchina con la boldrini e le parlava,ma non penso ci fosse nessuna istigazione alla violenza, comunquese ne poteva fare a meno, certamente.

      Elimina
  4. come al solito i titoli sono ambigui e lasciano capire cose diverse dalla realtà: i commenti aggressivi erano degli utenti non di Grillo. Si sa quanta gente è piena di rabbia e di aggressività, i commenti al blog sono liberi chiunque può postarli, quindi i giornali non devono titolare "Grillo incita aggressività ecc." ma "commenti aggressivi al post di Grillo" che è ben diverso; se poi i commenti aggressivi dovessero stare sempre in prima pagina, saremmo sommersi, basta andare a leggere i commenti ai vari Corriere Repubblica ecc, ormai tutti aperti ai commentatori. Non mi piace per niente questa campagna antigrillina così strisciante, la deputata presa a schiaffi non la difende nessuno? bella roba.

    RispondiElimina
  5. Ho visto pochi minuti fa da Fazio le scene avvenute il 29 gennaio in parlamento. Sono scandalizzata. E anche da quanto riferisci tu Lorenza. Quando pensi di aver visto succedere il peggio in Italia, arriva sempre qualcosa che ancora peggio del peggio. C'è da vergognarsi! E la situazione è secondo me, più grave di quanto si pensi. Non serve a nessuno e a niente cercare di sdrammatizzare e ridimensionare.
    Dubito che il Movimento 5 Stelle possa far risorgere l'Italia. Non è con questi comportamenti che si riporta a galla una nazione.

    RispondiElimina
  6. Tu hai ragione a sentirti delusa da quello che è successo in Parlamento ma, attenzione, si sa bene quanto sia facile manipolare la realtà... e la realtà è quella che ci passa la TV. Ma quanto non ci dicono? Quanto viene distorto? Quanto viene manipolato?
    I giornalisti e i giornali non sono amici del M5S ed è ovvio, basta andare a leggersi il loro programma. Basta vedere che di loro si parla solo con scherno e sufficienza, basta leggere un giornale o guardare un TG.
    Non sapremo forse mai che cosa è accaduto veramente in Parlamento. Quella che è emersa è solo una parte della Verità. Io ho votato per il M5S e alle prossime elezioni rinnoverò la mia fiducia.
    Un bacio
    Francesca

    RispondiElimina
  7. Torno ora dal lavoro, circa all'una di notte, e trovo uno schieramento fiducioso a favore dei 5 stelle. Che vi devo dire: beati voi, io non sono certo a favore di chi ha aggredito la deputata, ci mancherebbe, solo che non sopporto più questa violenza dentro le istituzioni , non mi sento per niente rappresentata da questi modi di fare, anche se , se fossi lì, avrei messo le mani addosso a qualcuno. Perché poi siamo animali, violenza chiama violenza. In generale mi riconosco in quello che ha scritto Sari.

    RispondiElimina
  8. Per me la violenza più grossa che c'è stata in parlamento è aver impedito alla opposizione di esercitare il suo diritto di parola. Il governo ha subdolamente unito in un solo decreto imu e regalo per le banche facendo credere che se non passava gli italiani avrebbero pagato l'imu cosa falsissima.I 5 stelle chiedevano di sepoarare i due decreti . L'altra violenza è il regalo alle banche, e come sono stati travisati i fatti. E come tutti si sono scagliati contro il movimento accusandoli di essere pazzi e fascisti e eversivi...leggetevi don paolo farinella se volete sentire una versione più equilibrata oppure questo

    http://spread-politica-economia-massoneria.blogspot.it/2014/02/caosbankitalia.html#.Uu7uZPl5P_x

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono andata a leggere e riconosco di non essere assolutamente abbastanza informata, da quando Silvio è tornato in una posizione meno visibile( non meno pericolosa) ho abbassato la guardia e ho seguito meno la politica, ma devo dire che è difficile capirci qualcosa, l'intreccio con l'economia richiede una competenza che non ho!

      Elimina
  9. temo che il video sia stato postato da un commentatore, non da Grillo. E' chiara la differenza? nel suo blog è possibile postare anche video, non solo intervenire per iscritto.

    RispondiElimina
  10. Purtroppo non si capisce niente perché l'informazione che dovrebbe chiarire le cose fa di tutto per intorbidarle. Insomma, a conti fatti mi trovo sempre più disgustata da come vengono gestite le cose e sempre di più mi chiedo se il M5s non sia davvero l'unica speranza che ci rimane. Che tristezza. E poi quelli che vanno a manifestare perché non vogliono che si ricordino i crimini dei titini.Che schifo. Le foibe sono state una cosa orribile e vergognosa, anche perché sono state taciute per tantissimo tempo. Quando finalmente si comincia a parlarne, e meritoriamente a farne uno spettacolo, ecco che spuntano i contestatori: vergogna! L'apologia di comunismo va censurata come quella del nazifascismo. Non c'è nessuna differenza. Inutile dire che tanti ci hanno creduto con onestà: è lo stesso per i fascisti, c'era tanta gente perbene ma ha sbagliato.

    RispondiElimina