domenica 27 agosto 2017

Acqua: "le gouffre des bousserailles"


la mia bella figlia





Questa estate dannata che spero si concluda presto mi lascia consapevole di quanto l'Acqua è sacra. Questo è il primo di alcuni post di ringraziamento per l'Acqua.


Tornando dal Cervino dopo una passeggiata molto faticosa abbiamo visto lungo la strada dei cartelli con l'indicazione "Gouffre des bousserailles", e anche in italiano "Il gorfo" e " le marmitte dei giganti". Visitate le marmitte dei giganti! Si poteva anche mangiare...di solito, quando ci sono tutte queste indicazioni, poi non c'è niente che vale la pena vedere e invece già il posto, appiccicato alla costa della montagna, era bello. Ricordava certi luoghi di San Francesco, la Verna, Monte Casale, le Celle, dove la natura rimanda all'idea di un progetto e di un Buon Dio creatore.
Le marmitte dei giganti sono delle conche molto regolari scavate dall'acqua, pentole per  esseri giganteschi e magici, poi, da una porticina in un muro di pietra, si accede al "Gorfo", per due euro. Sono troppo scettica! Credevo che dietro a porticina non ci fosse niente di interessante...Le gouffre des bousserailles è un luogo davvero sorprendente, un piccolo orrido, credo si dica così, scavato dal torrente che scende dai monti. Le foto parlano da sole.





3 commenti:

  1. In questo post sereno, la tua bella figlia ti somiglia e Mauro ha sempre un grande occhio fotografico. La terza foto pare una conchiglia fossile e in tutte le altre, escludendo la "mano" dell'uomo, pare di essere stati catapultati in tempi primitivi, quando tutto era intatto.
    Le montagne, da sempre, mi intimoriscono perché custodiscono segreti che non si debbono svelare.
    Ciao, bentornata.

    RispondiElimina
  2. Ultimamente mi sono mossa pochissimo, ma sogno dal mio letto e con molte letture di viaggi, luoghi che tu hai nominato, il cammino di Francesco ed altro... non ho più la forza di poter fare escursioni ma il mio desiderio diventa sempre più forte sopratutto quando guardo queste foto che sono uno spettacolo ed il luogo è di una bellezza e forza che mi intimorisce. Poi il tuo scritto ha una valenza in più, per me donna sola, nel vedere una "famiglia" che esplora e curiosa. Complimenti.

    RispondiElimina
  3. Complimenti per le foto.
    Bel Blog: a presto
    Maurizio

    RispondiElimina