mercoledì 23 marzo 2011

UNA FREDDA PRIMAVERA .

Germoglione di eremurus. Si può dire "Un gigante in giardino". Come si vede è ancora tutto spoglio.
Fiore di symphytum , che varietà non so , la pianta viene dal giardino della Maxi. Tipicodi queste piante il  fiore arrotolato.Quando vegeta troppo si può togliere e aggiungere al composto, porta molte buone sostanze , nei libri di biodinamica dicono che  messo a bagno nell'acqua e usata l'acqua per innaffiare, aiuta le piante a superare i danni del calore , quando in estate fa troppo caldo.
Ai gatti piace passare da sopra.
Elleboro orientale, diverso da Helleborus Niger , che è chiamato anche stella di Natale, questo qui fiorisce più tardi , da febbraio in avanti , molto avanti , perchè dopo i fiori diventano verdi, fanno la capsule dei semi che rimangono lì finchè non le togliamo noi .
Qui si vede bene l'effetto spruzzato "guttatus" in latino.
Bello e di compagnia , visibile ed abbastanza alto , fa anche un sacco di figliolini dai semi .
Comprai la pianta fiorita in questo bordeau  spruzzato, ma l'anno dopo fiorì prima, e in verde . Pensai di aver perso la parte bordeau , ma poi, dopo un pò , fiorì anche quella .


9 commenti:

  1. Che meraviglia di giardino il tuo e che meraviglia di paesaggio. Quando avro' più fiori ti mandero' la foto del mio giardinetto di città. Per ora c'é solo la forsithya ( non so bene come si scrive) e sta cominciando a venire fuori, con delle piccole foglie arrotolate, anche il rabarbaro. Per tutto il resto bisognerà aspettare. Qui la fioritura vera comincia a giugno.
    Comunque tu hai davvero il "pollice verde", vero ? Complimenti
    g

    RispondiElimina
  2. anche il mio elleboro quest'anno è rosso, prima invece era sempre stato verde!
    Come mai?

    RispondiElimina
  3. Probabilmente, Paola , c'erano più semi e siccome l'elleboro si mischia facilmente , si ibrida insomma , è venuto così. Altrimenti è una magia. Grazia , io ho anche il pollice verde, ma ho sbagliato tanto e sbaglio ancora, solo che le piante non gridano . La mia amica Antoinette dice che siamo matte , non si può uscire di casa ,in primavera , senza comprare una piantina . Comunque il giardino sarà davvero fiorito fra un pò, perchè è davvero ancora piuttosto freddo, di notte va poco sopra lo zero.

    RispondiElimina
  4. Come scrive Grazia, di sicuro hai il pollice verde, ma non solo. Hai quella cultura botanica che ho sempre voluto avere io e che invece non ho.
    Comunque fa ancora un po' freddo anche qui da me.
    Ciao Vitamina!!!
    Lara

    RispondiElimina
  5. Un paradiso, davvero.
    E da gattara quale io sono, non ho potuto che sorridere di fronte alla foto del gatto sulla palizzata, silhouette aggraziata da piccolo acrobata.
    Quanto alle piante, ti invidio selvaggiamente.
    Io comincio adesso ad avere qualche piccolo risultato incoraggiante nel mio balcone, e ad ogni fogliolina tenera o fiorellino nuovo mi emoziono come a un primo appuntamento con un nuovo fidanzato - se mi legge la Spia...
    (bella la tua presentazione, allora contraccambio e anche se non lo dico mai nella blogosfera - a meno che non mi venga chiesto espressamente - piacere, mi chiamo Alessia! E perché no vedersi un giorno?)
    A presto!

    RispondiElimina
  6. Cara Duck, il giardino della mia amica - anzi della nostra amica - Vitamina è proprio bello. Poi lei ha questa cosa fantastica che sa tutti i nomi, e i nomi delle piante sono belli, strani, evocano odori e colori e forme, e Vitamina li pronuncia con quel giusto equilibrio fra sottolineatura e noncuranza, sai quella cosa che il Castiglione chiamava "sprezzatura"? quando uno fa una cosa difficilissima come se fosse semplice e naturale. Insomma, parlare di piante con Vitamina è sempre un gran piacere.

    RispondiElimina
  7. Devo dire che mi viene un po' da ridere a chiamarla Vitamina, ma insomma siamo nella blogosfera e bisogna chiamarsi coi nick. Anche tu, Papera cara, te lo sei scelto buffo mica male:-)

    RispondiElimina
  8. Che belli gli ellebori e mi pare di capire che abiti in un bel posto con una vista aperta sulle colline!
    A presto spero
    Cinzia

    RispondiElimina
  9. @ Paola: non vorrei usare questo spazio per dialogare solo con te, ma mi è piaciuto un sacco il modo in cui hai parlato della tua amica Vitamina e della sua "sprezzatura", quell'agio disinvolto nel fare cose che sembrano complicate a chi non le ha mai fatte che nasce, mi piace pensare, prima che dall'esperienza e dalla consuetudine, dall'amore.
    Saluti a te e alla padrona di casa

    RispondiElimina