venerdì 27 maggio 2011

Berlusconi e le strade dritte.

Per ricominciare voglio tornare al commento di Mariolino al mio ultimo post sulle costellazioni familiare. Mario è sempre spiazzante , sarcastico, un pò folle, non è portato per condivisioni o carezze sulla testa, o così ci vuol far credere. Il suo post sulle Baccanti di Euripide non riuscivo a finirlo, avevo le lacrime agli occhi dal ridere.

Sì , Mario, Berlusconi non ci va ai seminari sulle costellazioni familiari, forse va a quelli su come ingrandire l'ego e arricchire il patrimonio (ne hanno fatti davvero!) , ma poi chissà che ne capisce, deve essere naturalmente dotato. Oppure è il suo karma.

Mi torna in mente una cosa vista forse su Gardenia, forse da un'altra parte ,una piccola foto con un breve commento. Era una passerella che attraversava un laghetto , per arrivare, dall'altra parte , ad un tempio. La passerella era costruita a zig zag , con angoli vivi , perchè ,dicono in quel posto da qualche parte in Oriente,  gli spiriti malefici vanno dritto .
Come Berlusconi!  Che vuoi che gliene freghi di andare a guardare le generazioni precedenti , i motivi profondi? Il tipo Berlusconi, per non dire l'alter ego Cicchitto e tutta la banda di sostenitori/rimediatori di gaffe , quello che gli piace lo prende, anche quello che gli serve o lo arricchisce lo prende lo stesso.Non si pone domande e non fa deviazioni. Dico Berlusconi , ma vale per lo spirito malefico in generale, ci si può mettere dentro tanta gente . Ora certo noi con quest'uomo che è un fenomeno antropologico abbiamo superato il troppopieno , non se ne può più. Noi, siamo in tanti, non così malefici, anzi piuttosto per bene , in buona fede, si va a zig zag , due passi avanti e uno indietro , a riguardare se abbiamo fatto bene davvero o si poteva fare meglio ...
Panorama con la rosa Pierre de Ronsard.
Ranocchine grandi , o piccole, come mosche.
Dentro un fiore di tagete. Queste creature sono piccolissime , i girini , la loro forma precedente , sembrano più grossi, e sono molto più semplici, solo testa e coda. Nel passaggio, che richiede certamente nella creatura l'utilizzo di notevole quantità di energia, sembra che la dimensione venga momentaneamente sacrificata a vantaggio della "specializzazione": si formano tutte quelle cosine minuscole che la rendono una perfetta rana e per un pò resta una rana piccolissima.
Quando con Berlusconi sarà finita spero solo che abbiamo tutti imparato la lezione. Mi ricordo bene i primi anni una notevole sottovalutazione dell'impatto delle sue televisioni, come per dire che non poteva essere vero che la politica passasse di lì e non dai canali seriosi, barbosi e consueti . Un atteggiamento di superiorità benevola , di concessione dall'alto , perchè è impossibile che quelle trasmissioni televisive creino autentica cultura. Non hanno creato Cultura, in senso qualitativo, ma hanno creato cultura spicciola, cioè opinione , costume , disabitudine al pensiero, anestetizzazione mentale. Chissà se abbiamo imparato a non sottovalutare?
Gaillardia .
Nigella damascena con fili di Miscanthus. Le Nigelle sono annuali facilissime, che si seminano da sole e sono belle anche in queste forme semplici, quasi uguali del tutto a quelle che nascono nel grano .
Stelle e stringhe.

9 commenti:

  1. E' proprio vero che ci mancavi, Vitamina.
    Foto meravigliose e le tue considerazioni sempre così importanti e vere.
    Sono contenta che sei di nuovo con noi :)
    Ciao,
    Lara

    RispondiElimina
  2. contentissimo di tornare a leggerti

    RispondiElimina
  3. se ti tirano la giacchetta poi devi dar retta per forza, altrimenti te ne staccano un pezzo.
    Meno male che ti si è rotto il modem, credevo fossi caduta in depressione per il nuovo che era comparso nella tua vita (il voto mal dato a Berlusconi dalla piccola).
    Certo che 'ste toscanacci non vanno in cabina da soli. No! Si portano le istruzioni da casa e dopo, ecco quel che succede.
    Cercherò di essere amorevolmente equo.
    Quella immagine ce l'ho in mente anch'io (quella del laghetto con il ponte a zig zag per bloccare gli spiriti maligni). Però saranno 10 anni che non vedo Gardenia quindi potrebbe essere una rivista economica, molto economica di giardinaggio facile o un giornale di balette visto dal barbiere.
    Non ricordo tutto di tutti, ma ricordo di aver pensato vedendola, questi fanno una passerella a zig zag su un laghetto e poi non pensano a mettere in sicurezza una centrale nucleare sul mare.
    Te lo do io lo spirito maligno, quello si chiama Tepco altro che passerella tarmata e di legno.
    Lasciamo perdere.
    Veniamo a Berlusconi e forse anche ad Eco e al suo suo ultimo libro (che non ho) "Costruire il nemico".

    Politica.
    Da una parte e dall'altra hanno visto che costa meno costruire un nemico che spiegare come e cosa fare in concreto per migliorarci la vita. E' davanti a tutti il fattaccio di Gigi D'Alessio che non canta più a favore della Moratti sentendosi in pericolo.
    Chi lo avrà minacciato su Facebook? La sinistra o la destra in nome della sinistra? Non si saprà mai. La democrazia ha prodotto danni e io più che fascista credo di essere e vivere nell'anarchia più totale.
    IL mio brodo è ricco di casini e primordiale nelle sostanze.
    Però, però, però è meglio avere soldi auto donne ville o stare a strappare sterpaglie.
    La risposta non è per niente ovvia. Dipende dal vissuto, dall'età, dall'irrefrenabile voglia di verità. Dalla non voglia di mettersi tutti i giorni in vendita al mercato. Dalla necessità di pace.
    Quello che penso io è che forse la verità sta nel mezzo (un camion per esempio). Tra le costellazioni e la vita di Berlusconi e me piacerebbe un camion, con dietro un rimorchio da portare in cambio di vitto, viaggio e alloggio.
    Non si può essere altri che noi stessi Pregi e difetti insieme) indipendentemente da antenne e stelle.
    Io faccio sempre la guerra perchè poi fare la pace è troppo bello.

    P.S.
    Mario è in po' folle.
    ???
    Ragazza,
    manicomi non ce ne sono più ci si deve pur arrangiare a trovare un cubicolo dove stare. Certo che 'ste monitor a schermo piatto sacrificano di molto gli orecchi (se uno si mette di profilo intendo)

    RispondiElimina
  4. @Mario: follemente simpatico.

    @Vitamina: che belline le ranocchine, stanno nei fiori? non è che ce le avete messe voi vero? stupendine.

    RispondiElimina
  5. Dunque: le ranocchine le ho trovate dentro il fiore che avevo messo nell'acqua della vasca.Ora sgambettano in giro , ma sono così piccole che rischiano di essere mangiate da chiunque. Volevo aprire un asilo nido per rane neonate..Me ne pentirei fra un pò, quando , diventate adulte, sarebbero in troppe a gracidare.
    Mario, quella di Gigi d'Alessio non l'avevo sentita , ma ormai non seguo più la campagna elettorale , troppe bugie , mi sale la pressione e basta.Faccio gli scongiuri , però.

    RispondiElimina
  6. Ciao Vitamina, non so se hai visto il filmato in cui il vecchio pazzo diversamente nano blocca i lavori del G8 per andare ad allarmare Barak Obama sulla nostra dittatura dei magistrati di sinistra. (Questo è il migliore servizio filmato: http://www.youtube.com/watch?v=4jBvfeBSUnU ).
    Credo che ormai siamo alle comiche finali: neanche Woody Allen o i Monty Python avrebbero saputo fare di meglio.
    Prepariamoci, nell'imminente dopo-nano, a 'costruir su macerie' come diceva Guccini, ma prepariamoci anche a un quadro nazionale e internazionale completamente nuovo, per l'ormai rapido precipitare della crisi globale: ambientale, economica, sociale, politica, militare.

    In bocca al lupo, e buon divertimento a tutti noi!

    RispondiElimina
  7. Vitamina: sei tornata alla grande.Leggere con quanta sottile perdifia insulti malefico piazzandolo tra innocenti fiori e ranocchiette, stimola la mia sana cattiveria toscana.Comunque, secondo me, siamo al rush finale e non credo che lo avremo addosso ancora per tanto.
    Il problema sarà ricostruire poi con mezza Italia che è berlusconiana e che, forse, nemmeno se ne pente.
    Vedremo.A presto

    RispondiElimina
  8. Credo che dovremmo, a nano andato, fare un bel lavoro di psicoterapia di gruppo totale (tutto il gruppo degli italiani tutti insieme) e impegnarci a vedere cosa c'è di buono nelle ragioni di chi ha votato Berlusconi (per chi ha votato contro) e cosa c'è di buono nelle ragioni di chi si è sempre opposto a Berlusconi (per chi stava con Berlusconi). Se non si fa così non riusciremo mai a costruire una identità nazionale seria, in cui ci possano essere dei valori condivisi da tutti. Non scherzo, credo sia indispensabile. Non se ne può più di demonizzazioni strumentali. Sono sicura che ci possono essere valori condivisibili, anzi lo so per certo. Credo che sarà molto, molto interessante. Credo che si potrà ragionare in modo sensato, finalmente. Ma ora l'obbiettivo deve essere: via il nano. Ha fatto troppi danni, e ne sta facendo sempre di più. Poveretto, a volte mi fa perfino pena. Questa scenetta col presidente degli USA è davvero patetica. Secondo me dev'essere crollato psicologicamente quando ha visto l'ultimo video della Sora Cesira: "Incarcerabile".

    RispondiElimina
  9. E una volta che il nano avrà tolto il disturbo quanto tempo ci vorrà poi per tornare a essere un Paese "normale"?

    Foto splendide. Ciao.

    RispondiElimina