sabato 2 luglio 2011

Cacche e libertà.

Alstromeria.


La vasca con la verbena Bonariensis in primo piano.
Un pò di foto di qualche giorno f , consideratele già obsolete ( obsolete ! Cavolo, che parola!). Il 28 è venuta giù una grandinata con fulmini, molta pioggia e  vento che ha fatto diventare gli olivi orizzontali. Ora fa fresco. Sì, ma la paghiamo in danni da grandine. Le foglie delle zucche , fabbriche solari larghe come un lenzuolino, sono traforate. Non parliamo dell'uva, delle dalie tritate, dei pomodori ciombati . Non parliamo e basta .

Anzi, parliamo di pulcini. La mia suocera ha in terrazza una vecchia tavola, sotto la tavola ci ha fatto il nido una colomba e stava lì a covarsi le uova, facendo finta di non sapere che lei vedeva noi e noi lei, a un metro di distanza ! Ora ci sono due pulcinotti, che sono come due adolescenti, pieni di cacchioni di penne e col becco ancora deforme. Il nido è pieno di cacche . Ho detto alla mia suocera di mettermi da parte le cacche, quando lasceranno il nido, le metterò nel composto. La cacca dei volatili è una bomba !

Le mie figlie dicono che i pulcinotti sono orribili. Belli non sono, ma stanno mettendo le penne e fra poco diventeranno dei graziosi piccioncini . La mia suocera , che qualche anno fa avrebbe buttato via tutto , ora perde molto tempo ad osservare queste bestiole. Sta tornando un pò bambina, in modo impercettibile , ogni giorno un pochino , anche più simpatica .

Fiore di Pontederia.
Cacche! Non  se ne parla tanto ma la vita è piena di cacche ,le nostre, quelle che produciamo e quelle che tratteniamo, con evidenti disturbi , quelle dei piccioni , e delle cacche di una forma precisa , tutte uguali , che trovo  ogni tanto nel terrazzo di cotto davanti a casa . Credo che potrebbe essere un riccio . Sento che la Holly abbaia , di notte , in un modo stridulo e arrabbiato. Non è difficile che trovando un riccio non sappia da che parte prenderlo , gli altri cani arricciavano le labbra e li prendevano in bocca stando attenti a non pungersi. Lei è più imbranata .

Oggi , tornando a casa nel primo pomeriggio, ho aperto la porta di casa e sono usciti due gatti , Orazio e la Pipa. Significa che Mauro li ha lasciati chiusi dentro stamattina. "Oddio- ho pensato- avranno fatto la cacca?" E difatti ce n'era una grossa e sana nella vasca da bagno . Grazie per non averla fatta da un'altra parte , che sarebbe stato più difficile trovarla e pulirla. Ora ci sarebbe la seconda cacca , per l'altro gatto , ci sarà? L'avrà tenuta? Lo scoprirò senz'altro .
Non se ne parla tanto, della cacca, non fa tanto fine , eppure fa ridere e comunque è sempre meglio degli argomenti della televisione . La signora B. , quando vado da lei , pranza guardando il tg5 . A volte mi metto a canticchiare per non sentire , è inascoltabile , o sciocchezze o bugie. Oggi la notizia su Strauss Kahn mi ha fatto pensare . Ricordate come l'hanno messo in croce ? Ora la cameriera che lo accusava di averla violentata è diventata inattendibile , ma intanto lui è stato sostituito nell'incarico presso il fondo monetario internazionale . Qualche tempo fa facevo delle riflessioni sulla libertà. Ecco qua: la libertà che abbiamo è quella di immaginare che verità si nasconda dietro a questi loschi traffici . Ci resta  la nostra intelligenza , di immaginare, sulla base di una serie di dati di fatto, chi abbia interesse a distruggere le reputazione di un uomo, che senz'altro non sarà un santo, ne avrà fatte di pelle di becco, assai peggio di quella di cui era accusato, ma quella in particolar modo, no, non l'ha fatta , e c'era qualcuno che voleva toglierlo di mezzo .

Ieri mio marito tornando a casa stanchissimo dal lavoro , ha raccontato che in Ferrovia sono allo sbando , non ci sono più soldi e nessuno fa niente per contrastare lo sbando , sembra che aspettino il crollo . Così poi ci sarà un organismo a composizione mista , politici, ex sindacalisti , ex ferrovia , che dovrà prendere il controllo per spartirsi di nuovo la torta, facendo finta di risanare. Ho detto : "Scrivilo , fai un blog , scrivi ad un politico che ti piace . " Capacità di analisi c'è ancora, manca la LIBERTA' .

13 commenti:

  1. Anche la scuola è allo sbando, solo a Milano siamo 500 docenti di ruolo che perdono posto, dopo anni e anni di servizio, io per la precisione 25, da un giorno all'altro ti senti dire che devi andare via perché non ci sono abbastanza ore per fare una cattedra. Dove ci metteranno, mi domando. A raccttare le cacche dei piccioni fuori della scuola. Che tristezza, che rabbia. Che cosa ingiusta e stupida.

    RispondiElimina
  2. Un mondo di cacca, insomma!
    Forse dovremmo smetterla di mettere dei fiori nei nostri cannoni.

    RispondiElimina
  3. \La stessa cosa è capitata ad un altro amico due anni fa, in più lui aveva paura di finire in una scuola di città , non è psicologicamente per affrontare le generazioni di ragazzini delle medie di città o così crede. Lo hanno messso a svolgere compiti di segreteria . Gianni , sei gentile di mattinata , pensavo usassi la parola con la M . Com'è a Napoli ? SEi in una delle zone felici o devi usare la mascherina anche te?

    RispondiElimina
  4. Gianni, chissà che mi credevo , Proposta dei Giganti la cantavo sempre da ragazzina, sono abbastanza vecchia !

    RispondiElimina
  5. Complimenti! Il tuo blog è scritto benissimo anche se la realtà italiana è un po' diversa dalla nostra anche se la vediamo molto da vicino essendo un cantone di frontiera. Molti frontalieri (quasi 46 000) ogni giorno attraversano la frontiera per venire qui in Ticino a lavorare raccontando cose assurde che accadono oltre confine ma nemmeno qui è tutto rose e fiori. Una cosa però posso dirtela di sicuro: il tuo giardino è veramente bellissimo e quell'Alstromeria...potrei tentare di metterla qui ma non sarà mai spettacolare come la tua! Ah, una domanda, nella 4a immagine a partire dall'alto si vede a destra una pianta fiorita di un blu bellissimo, cos'è?

    RispondiElimina
  6. @Pontos : ti ringrazio, la pianta è un convolvolus mauritanicus , facilissimo qui da me, vive quasi senza acqua , ma non so se da te può andar bene , in ogni modo va messo all'asciutto e al sole , poi tappezza velocemente e ogni anno riparte da zero .

    RispondiElimina
  7. come sempre!!! è sempre una delizia leggerti,(nonostante l,argomento, ihih!(che ipocrisia)) le cacche, che trovi la mattina, fuori, potrebbero essere dei rospetti, da me i ricci sono scomparsi, dopo che Tequila, (uno dei miei cagnotti,) l,ha preso, e ne è rimasto così punto che,,,, ma, questa è un,altra storia. Maria

    RispondiElimina
  8. mettere la cacca nei cannoni mi pare una pessima idea.
    Quando fanno il botto fumo e marrone tutto in giro e poi chi pulisce la bocca da fuoco? la cacca non ha consistenza a meno di provare con le palle da elefante...
    che subito si rivolgerebbe all'Aja.
    "cercate di infangarci..." già me li vedo ad esibire prove.

    RispondiElimina
  9. il nemico si rivolgerebbe ... intendevo

    RispondiElimina
  10. le cacche dei volatili saranno anche una bomba (a me hanno bruciato l'una) ... certo che anche dire alla suocera di metterle da parte, vuol dire volergli un bene da figlia ... (quasi).

    RispondiElimina
  11. Ciao Vitamina, sempre belle le tue foto.
    Quella verbena che stà davanti al laghetto è una favola.
    Mi spiace per i danni della grandine,spero che si riprendano le tue piante.
    Quanto alle cacche, io ho dei ricci che vanno a mangiare i croccantini dei gatti e dove passano
    lasciano scie di cacche nere.
    Che dolce l'immagine della colomba e di voi che fate finta di non vedervi l'un l'altro.
    Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  12. dopoilmattino@blogspot.com13 luglio 2011 09:04

    ah la verbena bonariensis che dai semi non germoglia...seminata più volte non vedo nulla.
    Bellissimo il tuo giardino, colorato, armonico e altri complimenti.
    Hai letto 'Il ragazzo morto e le comete'di G.Parise. Ho trovato che abbiamo letture comuni, anche a Cat. Un saluto
    an ma

    RispondiElimina
  13. Oggi, non è bello,il vento fastidioso in spiaggia mi ha trascinato verso il rientro e sono venuta a trovarti ed a curiosare... dovevo farlo da giorni.. non dovevo avevo vogia di farlo da giorni!
    Le foto appena viste sono da sentirsi male per la bellezza del giardino...che sembra spontaneo e naturale, il tuo scrivere e l'immagine che dai alle cose ...mi piace mi piace molto
    Grazie

    RispondiElimina