giovedì 11 agosto 2011

Una cosa di sinistra.

 Avevo messo tanti sbarramenti, vedo che  lo fate anche voi che leggete di difendervi dalle cattive notizie . Loretta, Giò , Cangala,Grazia, Duck , Simonetta , come mi fa piacere sentirvi ! Sto facendo un lavoro sola sola in casa , imbianco , anzi "inroso" la mia camera , la dipingo di rosa dopo dieci anni, era l'ora! Sono buone giornate , l'umore si è alzato piano piano , lavoro lentamente , non mi corre dietro nessuno , riesco meglio a realizzare un'imbiancatura omogenea e mi vengono delle idee su cose da dipingere sullo sfondo. Chissà se, finito il lavoro grosso , avrò voglia e coraggio di dipingerci  qualcosa sopra?

Non è che siamo proprio in un bel mondo, dal primo dell'anno ad ora ne sono successe tantissime di cose orribili , da Fukushima, alla recente  strage in Norvegia , che ha fatto tornare viva e reale la minaccia della follia nazista . Le parole sono insufficenti e ormai banali per dire quello che si prova, lette e rilette tante volte le due parole follia nazista perdono significato. 
Ma non c'è nemmeno il tempo per fermarsi a pensare ,  c'è questa minaccia che pesa sull'Italia , una minaccia economica reale che viene dal mondo che pare irreale della finanza . Le misure predisposte dal governo per arginare il debito pubblico vengono rese vane dalle speculazioni dei mercati finanziari. Se la sera prima i nostri soldi avevano un valore , la mattina ne hanno uno inferiore, per risanare ce ne vogliono semplicemente sempre di più . Avete visto le rivolte a Londra? Le città inglesi diventano palcoscenici di guerra, ma non è teatro, purtroppo.   Noi siamo qua, le nostre famiglie sono quella base silenziosa e laboriosa, risparmiatrice e saggia per forza , a cui sempre si attinge per rimediare , quella gente a cui sempre si chiedono soldi, ne abbiamo pochi , ci bastano a malapena  per vivere , ma siamo tanti , li chiedono a noi , intanto però qualcuno continua ad arricchirsi . Non a caso le aziende del Presidente del Consiglio sono state fra le poche a prosperare in questa disgraziata situazione. A tutto questo si aggiungono le questioni personali, quelle che toccano solo noi . Per esempio la televisione che si rompe, in casa nostra , si rompe piano piano, è il tubo catodico, dice mio marito, ogni tanto va via l'immagine, ma questo mese abbiamo tante spese , aspettiamo a cambiarla . Nel frattempo si è rotta la mia macchina, sentivo un rumoraccio di ferraglia e sono riuscita a tornare a casa e portarla dal meccanico, era il giunto di una ruota . Quando andavamo a riprenderla abbiammo sentito un altro rumoraccio, più lieve, nell'auto di mio marito, anche quella dal meccanico , sfiorato un danno enorme al motore. Quando si rompe una cosa gliene vanno dietro una fila a rompersi anche loro. Avremmo tante riparazioni da fare in casa , ne abbiamo fatte alcune, per le altre , anche per quelle , aspettiamo , poi il pozzo, che usiamo per innaffiare il giardino , fa le bizze , chiamiamo Italo , il nostro amico idraulico , da un quadro generale sembra che manchi l'acqua . Ecco , questo non ci voleva, ti senti mancare la terra, anzi, l'acqua sotto i piedi , il giardino e l'orto sono semplicemente impossibili senz'acqua, eppure quest'anno è piovuto tanto , ma , dice Italo, vicino ci sono altre case , forse attingono alla stessa vena .Chissà che è successo per mancare l'acqua all'improvviso.

 E' arrivata la bolletta della luce, dovevamo aver consumato meno perchè la lavatrice consuma l'acqua dell'impianto solare, la lavastoviglie non ce l'abbiamo, cosa usiamo? Televisione, Internet e la corrente per il pozzo ,e la bolletta è salita vertiginosamente . Finisce che anche vivere semplicemente  diventa un sogno irrealizzabile .

La situazione internazionale bussa di nuovo alle nostre porte, la terza potenza economica dell'Unione Europea  deve mettere a posto i conti, ieri sera le parole di Letta , braccio destro di Ercolino , hanno fatto il giro dei telegiornali "Tutto precipita. ". Finalmente , dopo il sorriso ingessato di Silvio, un pò di realismo . Che faranno ora ? Ci chiederanno ancora soldi e sacrifici. Sapete, c'è chi non ne ha fatti mai, c'è invece qualcuno per cui la vita è stato un lungo sacrificio , chiedeteli ai primi , i soldi !Questa cosa si chiama tassa patrimoniale.
L'ha detto perfino l'Emmina Marcegaglia !
No, ha detto Silvio che lui questa cosa non la fa , gli ripugna . è una cosa di sinistra! ... Se son cose da dire in una situazione come questa !! Ma chi l'ha eletto questo? Ci voglio parlare con chi l'ha eletto !

5 commenti:

  1. Quando nel lontano 1990, cominciarono ad aprire le prime finanziare, la sottoscritta storse il naso. I soldi cominciano a scarseggiare e ci vogliono far credere che con poche rate puoi comprare di tutto. Ne parlavamo in ufficio, mi attaccarono come al solito. Ribadii che un prestito si chiede per un bene necessario, non per comprare una cosa superflua. Mi dissero che ero taccagna. Ma io vengo da una famiglia dove lavorava solo mio padre. E l'economia si faceva anche nelle piccole cose.
    Solo ora ci accorgiamo di aver vissuto al di sopra delle nostre possibilità? Che il nostro paese si è approfittato di questa nostra ingenuità? E che io, tu e tante altre persone, devono pagare per questo continuo mangia-mangia?!
    Dopo aver lavorato in un'azienda che contava 35.000 dipendenti nel mondo, tagliata, svenduta, mi possono raccontare veramente poche cose. Sono amareggiata, ma non mi piego. Questo è sicuro. Nel mio piccolo continuo, leggo mi informo, mi incazzo, mi calmo e ricontinuo. Vitamina ti ringrazio di esserci!

    RispondiElimina
  2. GRazie anche a te , Arcangela , per quella notizia che hai postato , sul proposto cambiamento di denominazione di una strada , da dedicarla a Falcone , come adesso , a dedicarla a Sandra Mondaini e suo marito . Da questo si capiscono tante cose, o forse è solo una riprova dall'avvenuto rincoglionimento gravissimo di una parte della popolazione, son proprio quelli lì che l'han votato.

    RispondiElimina
  3. Saii che i nostri pensieri si assomigliano molto e mi fa piacere vederli espressi con tanta chiarezza e con un linguaggio che tutti capiamo e che sentiamo nostro.Ieri non ho fatto altro che sentire alla televisione notizie sulla Borsa, sulle banche francesi,che hanno perso dei miliardi, con interviste a economisti, politici,banchieri.Nessuno che abbia parlato di come vivono e come vivranno famiglie come le nostre.E il fossato con chi ci governa si allarga sempre , con tutti quelli che abbiamo eletto e che si preoccupano solo di salvaguardare i loro privilegi.Una piccola cosa: ieri ho visto il menu( e i prezzi) del ristorante della Camera dei deputati: non spendono nulla per mamgiare cibi raffinatissimi.Come vuoi che si preoccupino di chi da mangiare rischia di non averlo?
    Grazie per i tuoi post e a presto

    RispondiElimina
  4. pare che con una lavastoviglie si risparmi acqua e forse anche detersivo e corrente per scaldare entrambi, dovresti comprarla e fare delle prove.
    Mi preoccupano più i grandi banchieri di un isolato pseudonazista norvegese. Fanno più danni gli interessi che le armi.
    Nel 2008 mio padre ha avuto la polmonite dopo tre giorni di vaccinazione anti influenzale, poi, ma poi uscì la notizia che poteva dare in qualche caso delle controindicazioni.
    Tentato sterminio di stato, per sistemare i conti INPS?
    Uscito dalla polmonite fini nel più attrezzato ospizio (RSA) riabilitativo di zona. Dormiva in camera con un albanese di 25 anni sostituito poi con un livoriano di 32. Entrambi mi chiesero: "Perchè qui ci sono così tanti vecchi?" ... lager di lusso (anzi attrezzato) non riabilitazione.
    Mio padre prese li da qualcuno un batterio clostridium difficile
    sotto antibiotoci quasi sempre conduce alla morte.
    Ogni stanza aveva il suo bell'infetto. Andai a protestare e mi dissero che non avevano stanze singole. Così decisero di riunirli in camere da 2+2 con lo stesso bagno. Questa malattia si trasmette dalle feci.
    Avrebbero dovuto rimandarli al reparto infettivi dell'ospedale ma avrebbero perso soldi e credibilità.
    Quando mio padre uscì, dopo i giorni fissi della riabilitazione, lo portai agli infettivi dell'ospedale. Continuavano a dirmi che era guarito. Duro a morire, lo dicevano tutti.
    Poi lo stava consumando un farmaco che ingrossava la tiroide e si mangiava tutto il suo cibo. Deperiva a vista d'occhio ma mi dissero che mangiava poco (che poco ero li io a dargli da mangiare, mangiava più di Silvio). Bastò un esame del sangue per capire cosa avesse.
    Mio padre è vivo perchè io ero lì, ogni giorno.
    Quel che posso dire è che lo stato ce la mette tutta per farti fuori, se non hai più niente da dare. Ci aveva già pensato Tony Blair, se non puoi farli fuori almeno non metterli dentro (nel sistema pensionistico)

    RispondiElimina
  5. Questa destra fa cose davvero "sinistre".
    Quel che racconta Mariolino può essere sottoscritto da molti perchè, e mi costa dirlo, siamo un popolo di poco seri. Basterebbe che ognuno facesse il proprio dovere, con coscienza, per essere (sentirsi) in grado di affrontare tutti gli ercolini che circolano. Invece no, ci indeboliamo con le nostre stesse cattiva azioni (sì, non fare il proprio dovere è una cattiva azione e chi la compie è un delinquente) e poi ci lamentiamo e la colpa è sempre degli altri.
    Sono furibonda.. e non so come reagirò quando i leghisti pentiti (si mozzeranno il dito medio?) e gli sberlusk diranno che no, loro non pensavano che...
    Però non tutto è perduto... NOI ci siamo e ci saremo a dire che c'è il giusto e l'ingiusto e occorre separarli.

    Ciao!

    RispondiElimina