Cacche

Alstromeria.


La vasca con la verbena Bonariensis in primo piano.
Un pò di foto di qualche giorno fa , consideratele già obsolete, (obsolete! Cavolo, che parola!). Il 28 è venuta giù una grandinata con fulmini, molta pioggia e  vento che ha fatto diventare gli olivi orizzontali. Ora fa fresco. Sì, ma la paghiamo in danni da grandine. Le foglie delle zucche, fabbriche solari larghe come un lenzuolino, sono traforate. Non parliamo dell'uva, delle dalie tritate, dei pomodori ciombati.

Parliamo di pulcini. La mia suocera ha in terrazza una vecchia tavola, sotto la tavola ci ha fatto il nido una colomba e stava lì a covarsi le uova, facendo finta di non sapere che lei vedeva noi e noi lei, a un metro di distanza. Ora ci sono due pulcinotti, che sono come due adolescenti, pieni di cacchioni, di penne e col becco ancora deforme. Il nido è pieno di cacche. Ho detto alla mia suocera di mettermi da parte le cacche, quando lasceranno il nido, le metterò nel composto. Ma non se ne ricorderà. La cacca dei volatili è una bomba!


Le mie figlie dicono che i pulcinotti sono orribili. Belli non sono, ma stanno mettendo le penne e fra poco diventeranno dei graziosi piccioncini. La mia suocera, che qualche anno fa avrebbe buttato via tutto, ora perde molto tempo ad osservare queste bestiole. Sta tornando un pò bambina, in modo impercettibile, ogni giorno un pochino.

Fiore di Pontederia.
Cacche! Non  se ne parla tanto ma la vita è piena di cacche, le nostre, che dobbiamo gestire, quelle dei piccioni, e delle cacche di una forma precisa, tutte uguali, che trovo  ogni tanto nel piazzale pavimentato davanti a casa. Potrebbe essere un riccio. Sento che la Holly abbaia, di notte, in un modo stridulo e arrabbiato. Non è difficile che trovando un riccio non sappia da che parte prenderlo , gli altri cani arricciavano le labbra e li prendevano in bocca stando attenti a non pungersi. Lei è più imbranata.

Oggi, tornando a casa nel primo pomeriggio, ho aperto la porta di casa e sono usciti due gatti, Orazio e la Pipa. Significa che Mauro li ha lasciati chiusi dentro stamattina. "Oddio- ho pensato- avranno fatto la cacca?" E difatti ce n'era una grossa e sana nella vasca da bagno. Grazie per non averla fatta da un'altra parte, che sarebbe stato più difficile trovarla e pulirla. Ora ci sarebbe la seconda cacca, per l'altro gatto, ci sarà? L'avrà tenuta? Lo scoprirò senz'altro.